fbpx

Le vacanze natalizie sono un momento importante per rallentare i ritmi e godere appieno la vita in famiglia. Il rientro al nido o alla scuola materna, dopo tante giornate in compagnia di mamma e papà, può quindi essere difficile da affrontare per un bambino. Vediamo come aiutarlo a riprendere la routine quotidiana.

Tante ore trascorse a giocare, fare le coccole, dormire e rilassarsi in compagnia di mamma e papà oppure con nonni, zii e cugini hanno reso speciali le vacanze natalizie per grandi e piccini.

Ora è di nuovo il momento di puntare la sveglia per alzarsi presto e correre a scuola e al lavoro. Per i più piccoli questo può essere un trauma, difficile da accettare dopo tanti giorni di relax. Alcuni reagiscono manifestando il disagio del distacco con pianti e capricci, altri rifiutandosi categoricamente di farsi vestire e uscire di casa.

Come aiutare i bambini a vivere meglio il distacco da mamma e papà e a riprendere la routine quotidiana?

Innanzitutto è importante che i genitori aiutino il bambino a riprendere i suoi ritmi abituali: ora del risveglio e della nanna, ora di cena.  Qualche giorno prima del rientro, sarebbe importante abituare gradualmente il bambino a svegliarsi più presto.

Un’altra cosa fondamentale è evitare di ritardare il momento del distacco una volta arrivati a scuola, mostrandosi ansiosi. I bambini sono molto ricettivi e se percepiscono che mamma o papà non sono felici di lasciarli e indugiano sulla porta della scuola ne approfittano subito per lanciarsi in pianti e urla.

Molto più utile, invece, mostrarsi entusiasti e avere un rituale che si ripeta identico ogni mattina, che rassicuri il bambino. Ad esempio, il genitore incaricato ad accompagnare il bimbo a scuola potrà salutarlo con un bell’abbraccio e un sorriso, promettendogli di essere puntuale all’uscita e incoraggiandolo a correre dentro a giocare con i suoi compagni o a farsi prendere per mano dalla maestra.

Il percorso di separazione dai genitori è fondamentale per un sano sviluppo e la crescita emotiva del bambino, perché incoraggia la sua autonomia: è pertanto fondamentale che mamma e papà si dimostrino sempre interessati alle attività del proprio bambino al nido o alla scuola materna, chiedendogli cosa ha fatto durante la giornata e gratificandolo per i suoi progressi.

Ricordate che calma, pazienza, sorriso e calore possono essere la chiave vincente per una ripresa tranquilla della normale vita quotidiana.